giovedì 12 luglio 2012

Benvenuti al XV municipio: la stazione di Villa Bonelli

Per andare agli uffici del XV municipio, siamo scesi alla stazione di Villa Bonelli. Ecco ciò che abbiamo visto.

Scritte sui muri e sull'asfalto.

Banchina degli autobus in frantumi.

Graffiti e sporcizia davanti ai capolinea dell'Atac.

Il muro di cinta invaso dalla vegetazione secca: immagini da terzo mondo.




Il sottopassaggio ai binari completamente vandalizzato.



La galleria che porta all'ultimo binario e alla strada verso la sede del XV municipio.

Inizia il percorso: canneto selvaggio ed erba infestante ricoperta d'immondizia.


Il ponte sulla tenuta Pian Due Torri e la salita verso Via Montalcini (notare la recinzione sradicata).

Guardate le condizioni del ponte: sfaldato, spezzettato, imbrattato dalle scritte...ma chi si doveva occupare della manutenzione?!




Il sorprendetemente squallido sentiero che porta diritto agli uffici del municipio XV: mondezza nei prati, scritte sui muri, fasci di canne secche, recinti collassati, nastri dei lavori abbandonati...


Qui una vera e propria discarica a cielo aperto. Muri distrutti, graffiti ovunque, distesa di canne abbandonate al sole. Da quand'è che non passa l'AMA, il servizio decoro, l'ufficio giardini? Sempre che ci siano mai passati!



L'ultima parte della salita che conduce a Via Montalcini, davanti alla presidenza del XV municipio. I muretti, anche qui, sono pieni di graffiti.



Ci manca la foto più importante, quella del signorile villino che ospita la giunta e gli uffici del XV municipio, non l'abbiamo fatta perché ottenebrati dal caldo infernale. La rimedieremo i prossimi giorni. Comunque ci pare che la testimonianza parli chiaro: la stazione di Villa Bonelli, compreso il piazzale antistante, giace nel completo degrado e abbandono. Così la strada che divide il parco di Pian Due Torri e conduce alla sede del XV municipio: un angolo di natura deturpato dai graffiti e dalla spazzatura.

Le domande sorgono spontanee: nessun impiegato, assessore o consigliere del XV municipio è mai passato di qui? Nessuno di loro prende il treno e scende a Villa Bonelli per andare al lavoro? Non lo sanno che la stradina che porta dritta al municipio è così ridotta? E' POSSIBILE TUTTO CIO'?

E' STATA GIA' INOLTRATA LA RICHIESTA DI PULIZIA DEI GIARDINI E LA CANCELLAZIONE DELLE SCRITTE ALL'AMA O ALL'ASSESSORATO ALL'AMBIENTE?

CI SI E' INFORMATI PRESSO TRENITALIA PER SAPERE CHI DEVE RIPULIRE LA STAZIONE DI VILLA BONELLI, RIPRISTINANDO I MANUFATTI DANNEGGIATI O IMBRATTATI E SFALCIANDO L'ERBA SECCA?

IL PIAZZALE DELLA STAZIONE DEVE RIMANERE COSI' IN ETERNO? UNA PENSILINA PER RIPARARSI DAL SOLE E DALLA PIOGGIA, NON SAREBBE NECESSARIA (LO STESSO AL CAPOLINEA DEL 44, DAVANTI AL MUNICIPIO)?

Un cittadino qualsiasi, davanti a un simile scempio, si chiede chi debba occuparsi di tenere pulita la stazione e la strada che porta al municipio E PERCHE' NON LO FA. Ci piacerebbe contattare il XV municipio e l'Assessorato all'Ambiente di Roma Capitale, per capirne di più. Lo faremo il prima possibile.

5 commenti:

  1. HO PROVVEDUTO ALLE SEGNALAZIONI DEL CASO. IN PARTICOLARE MOLTE DI QUESTE ERANO GIA' STATE FATTE MA TRENITALIA TENDE A NON RISPONDERE E INOLTRE A LIVELLO COMUNALE SI ATTENDEVANO FONDI PER UNA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE RETI DIVELTE. CORDIALMENTE. AUGUSTO SANTORI CONSIGLIERE MUNICIPIO XV (WWW.AUGUSTOSANTORI.COM)

    RispondiElimina
  2. Grazie per l'interessamento, consigliere Santori. Purtroppo quello che manca, sia per quanto riguarda Trenitalia che per il Comune ed i municipi, è la manutenzione ORDINARIA, che dovrebbe entrare a far parte della cultura generale della Politica e dell'amministrazione pubblica. Finché non si capisce questo concetto, che a Roma il degrado sottoforma di affissioni, cartelloni, graffiti e bivacchi ricompare immediatamente se non si controlla giorno per giorno, saremo condannati a ritrovarci lo stesso sporco il giorno dopo le pulizie.

    Quindi servirebbe un impegno quotidiano, anche a livello di muncipio, quanto meno per monitorare le zone appena ripulite e rivolgersi al Dipartimento Ambiente alla prima ricomparsa della sporcizia e dei graffiti. Mi auguro che Lei e il suo partito vorrete far presente in Consiglio queste necessità e contribuire alla discussione sul decoro urbano nel nostro territorio. La saluto cordialmente.

    RispondiElimina
  3. Io potrei prendere il treno lì per andare a lavoro, ma non lo faccio perchè mi spaventa la situazione del sentiero nel parco, sono una ragazza e francamente non mi fido a passare da lì sola.
    Una cosa, Villa Bonelli è deliziosa, con un panorama veramente suggestivo, ho anche saputo che c'è un chioschetto dove poter mangiare una pizza la sera, al fresco, ma non è un peccato trascurare tutto così? E di conseguenza perdere anche dei soldi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hanno scuse in XV municipio, quel sentiero sta proprio sotto la presidenza e non hanno mai fatto nulla!

      Elimina
  4. Rivolta Romana28 luglio 2012 17:17

    oltre a ripristinare e manutenere bisogna COLPIRE i vandali.
    Senza giusticazionismi e buonismi davvero obsoleti.
    Ma perchè mai si debbono sprecare soldi dei vessatissimi contribuenti romani per riparare i danni fatti da questi australopitechi?

    CHE PAGHINO LORO!

    I writer rivendicano su internet le loro imprese.
    per gli zozzoni che sporcano qualche agente in borghese e telecamere!
    Ci siamo stufati (per essere civili..) di riparare danni fatti da altri e mantenere migliaia di nullafacenti parassiti che vivono ubriacandosi di tavernello, azzuffandosi, importunando le donne e distruggendo i parchi in cui si accampano (vedi parco del Pineto, devastato già da 6 incendi quest'estate!)

    RispondiElimina